Il Fondo veloce, agile, flessibile.
Tempi ridotti per accedere alle risorse e per la sottoscrizione dell’Accordo di Concertazione a valere sui Progetti, formazione su misura per tutte le esigenze delle imprese.

Come accedere alle risorse FondItalia

uno  Attraverso i canali di finanziamento

Conto di Rete di Imprese (pluriaziendale)

Le imprese piccole, medie e grandi possono scegliere di far confluire il loro gettito (il 70% del versato che l’INPS inoltra al Fondo) in un unico conto collettivo – il Conto di Rete di Imprese solidale – che rappresenta uno strumento di cooperazione e crea le condizioni affinché le singole imprese possano, avvalendosi della sinergia della rete, per accrescere, individualmente e collettivamente e mediante la formazione professionale e l’aggiornamento dei propri lavoratori, la loro capacità innovativa e loro la competitività.

La Rete di Imprese Solidale rappresenta una struttura “aperta” cui le imprese possono aderire mediante la libera sottoscrizione di un Protocollo di rete solidale.

Conto Formativo

Le imprese medio – grandi possono scegliere di far confluire il loro gettito (il 70% del versato che l’INPS inoltra al Fondo) in un Conto Formativo monoaziendale. Tali risorse, non soggette alla normativa di Aiuti di Stato, sono messe a disposizione della singola impresa in modalità diretta e non competitiva, con possibilità di cumulo della relativa disponibilità su base pluriennale.
Eventuali risorse derivanti dalla portabilità vengono messe a disposizione al 100% da FondItalia, appena disponibili.

Fondo di rotazione

Pur considerando strategico il Conto di Rete di Imprese solidale, è previsto il mantenimento di un Fondo di Rotazione dove far confluire le risorse non utilizzate dalle imprese nei tempi e nei modi previsti dalle Linee guida Anpal. Lo scopo è quello di finanziare, sempre in modalità competitiva, Avvisi sperimentali che prevedano l’integrazione con risorse regionali per la formazione (Legge 236/1993).

due  Mediante Avvisi FEMI

FondItalia finanzia la formazione mediante Avvisi FEMI a valere sui Conti di Rete di Imprese di Imprese solidale (pluriaziendale), utilizzando il 70% delle risorse finanziarie delle imprese aderenti al Fondo che abbiano fatto espressa richiesta di attivazione del Conto di Rete.

 

Il percorso dell' Impresa in 7 passi

  1. Aderire a FondItalia, destinando lo 0.30% dei contributi versati all’Inps alla formazione dei propri dipendenti
  2. Aderire ad una Rete di Imprese, affinché le risorse provenienti dall’accantonamento dello 0,30% dell’impresa siano da considerarsi in condivisione solidale con tutte le imprese beneficiarie in un unico conto collettivo, detto Conto di Rete, per la partecipazione ad Avvisi FEMI – Compila l’Allegato A – Adesione dell’Impresa alla Rete di Imprese solidale
  3. Partecipare, in qualità di impresa beneficiaria, a Progetti formativi finanziabili mediante Avvisi FEMI finalizzati alla formazione professionale continua e l’aggiornamento permanente dei propri lavoratori
  4. Autorizzare il solo Titolare di Conto di Rete a presentare richiesta di condivisione alle Parti Sociali costituenti il Fondo per il finanziamento dei Progetti formativi per la propria impresa a valere sugli Avvisi FEMI
  5. Delegare un Ente Attuatore per la presentazione e la gestione del Progetto formativo
  6. Impegnarsi  a cofinanziare il Progetto formativo secondo il regime di Aiuti prescelto
  7. Impegnarsi a rimanere aderente a FondItalia e al suddetto Conto di Rete fino alla chiusura amministrativa dei Progetti formativi finanziati dal Fondo.

Fai battere il tuo cuore


Iscrizione newsletter