Gli Italiani mostrano maggiore fiducia nelle imprese rispetto alla politica e ai media

Secondo i dati dell’Edelman Trust Barometer 2024, la fiducia degli italiani nelle imprese rimane stabile rispetto all’anno precedente, mantenendosi più alta rispetto alla fiducia nel governo e nei media. Questo rapporto annuale analizza la fiducia nelle quattro istituzioni chiave: governi, aziende, media e organizzazioni non governative, coinvolgendo oltre 32.000 persone in 28 Paesi.

Le aziende familiari italiane sono le più favorite, registrando un aumento del 10% nella fiducia rispetto all’anno precedente. In generale, l’apprezzamento verso le imprese è diffuso su scala settoriale.

Secondo l’Edelman Trust Barometer 2024, l’Italia si colloca come il secondo paese più fiducioso in Europa dopo l’Olanda, con un Trust Index del 50%. Tuttavia, è importante notare che esiste una disparità nelle risposte tra individui a reddito elevato e basso, con quelli più abbienti che tendono ad essere più fiduciosi.

Un aspetto interessante evidenziato nel rapporto è il paradosso sociale legato all’innovazione. Se da un lato l’avanzamento rapido delle tecnologie promette un’era di prosperità, dall’altro può alimentare sfiducia e instabilità sociale. In un anno segnato da “grandi elezioni”, la percezione dell’innovazione diventa cruciale per il progresso sociale. Tuttavia, molti temono che la politica possa influenzare eccessivamente le decisioni scientifiche, portando a una crescente sfiducia nelle istituzioni.

Il rapporto sottolinea anche il ruolo fondamentale delle imprese nel garantire sicurezza, trasparenza e accessibilità nell’adozione dell’innovazione. Con il 54% di fiducia, le imprese in Italia sono considerate le istituzioni più affidabili per introdurre innovazioni nella società. Tuttavia, esiste una convinzione diffusa che le innovazioni più recenti non siano gestite in modo adeguato dalle principali istituzioni.

Il rapporto dell’Edelman Trust Barometer 2024 evidenzia la complessità delle dinamiche di fiducia nella società contemporanea. Mentre le imprese italiane mantengono un buon livello di fiducia, c’è una crescente consapevolezza della necessità di regolamentazioni e certezze relative all’impatto dell’innovazione sulle vite delle persone.